Realizzazione del logo e identità per la bottega equo solidale Capo Horn di Acilia in Roma, ormai un’istituzione nel il quartiere

serranda con logo capo hornCapo Horn è una bottega equo solidale in quel di Acilia, un quartiere poco fuori della capitale, che desidera conquistare una fetta di mercato nell’ambito dei prodotti sani, che siano essi biologici, vegan, equo solidali o ecologici. Si occupa sia del settore alimentare (compreso il fresco) che di prodotti di bellezza naturali e detersivi per la pulizia della casa. È anche distributore su Roma di cialde di caffè biologico equo solidale. Insomma, Capo Horn nasce come un ambizioso progetto di periferia e in pochi anni si afferma come solida realtà di un Municipio in enorme crescita.

Il nome, Capo Horn, deriva da quello di un’antica terra situata all’estremo sud del continente sudamericano, in cui le forze naturali rappresentano un ostacolo al passaggio dell’uomo. Si tratta però di un punto di svolta (come recita lo slogan) che avrebbe dato accesso all’altra parte del globo, secondo la prospettiva occidentale, cioè quella di Giovanni Caboto (conosciuto anche come Jhon Cabot), che intorno al 1500 decise di attraversare il globo. La spedizione fu l’ennesima dimostrazione dell’intraprendenza italiana (Giovanni nacque a Gaeta e visse nella Repubblica di Venezia), che oggi ritroviamo nei coraggiosi fondatori di questa bottega.

Quando mi affidarono la creazione della loro identità, a partire dal logo, pensai che avrebbe dovuto trattarsi di un logo molto figurativo e anche piuttosto articolato perché avrebbe dovuto accompagnare una storia ricca di dettagli e curiosità. Optai quindi per un’illustrazione che rappresentasse il famoso faro che illumina le notti tempestose di Capo Horn, per fare da guida ai naviganti verso il nuovo mondo. Ma anche per indicare loro la presenza di pericolosi scogli e permettergli di scegliere la via più sicura.

È un po’ questa l’offerta di Capo Horn, bottega equo solidale: una serie di prodotti genuini e selezionati che possano fornire ai clienti un’opzione sana, in un mare pieno di alternative di bassa qualità, nemiche della salute. Con il tempo la scelta si rivelò vincente e ora il marchio che ideai è entrato nel panorama del quartiere: è rappresentato sulle serrande del negozio, sul furgone e sui vari annunci stampati che ogni tanto visitano le cassette della posta o i cartelloni stradali.

Galleria

Facebook Twitter Pinterest Email